Un micobatterio contro i tumori solidi: il caso del bacillo di Calmette Guerin

Istituto Superiore di Sanità

Si tratta della cosiddetta terapia con BCG o bacillo di Calmette Guerin: micobatterio attenuato (vitale ma la cui virulenza è ridotta rispetto al ceppo selvaggio). È usato in tumori confinati nei quali è possibile somministrare il germe senza che si sviluppi un’infezione sistemica. Un esempio è il tumore della vescica, organo chiuso in cui il micobatterio può creare una cistite transitoria: viene escreto facilmente perchè si trova al termine delle vie urinarie. Ma, esattamente, in che modo agisce il bacillo di Calmette Guerin?

Il micobatterio viene instillato per via uretrale con un catetere con dose X e genera un’infezione dell’urotelio. Le cellule APC (Antigen Presenting Cells) “inglobano” il micobatterio e lo presentano ai linfociti T: in questo modo si genera una risposta immunitaria. Le APC non sanno cosa stanno presentando e quando sono attivate dal micobatterio, sono attivate tutte perchè il micobatterio rilascia PAMPs (Pathogen-associated molecular patterns) i quali attivano tutti i TLRs (Toll-Like Receptors) di ogni APC. Anche i macrofagi che erano diventati tollerogenici e che non presentavano antigeni tumorali perchè considerati self, sono in grado di presentare efficacemente anche gli Ag tumorali.

Perché?

I PAMPs aumentano i livelli di IL-12, IL-15 e IL-18, citochine che inducono l’espressione delle APC. Inoltre, IL12 e IL15 inducono i linfociti T helper (CD4) verso un fenotipo Th1. Il fenotipo Th1 produce IFN-γ, che attiva i linfociti CD8 e gli NK. In più, l’IFN-γ prodotto dai Th1 e dai CD8 induce l’espressione di MHC I su tutte le cellule presenti (anche sulle cellule tumorali e sui macrofagi) e si ha ristabilimento della risposta immunitaria. Il micobatterio risveglia la risposta contro il tumore della vescica.

In altre parole, il sistema immunitario “si risveglia” e riesce ad eradicare il tumore.

Tutti i tumori vescicali che non hanno oltrepassato ala parte opposta del lume della parete vescicali sono idonei per la terapia con questo micobatterio.

Le linee guida europee contro i tumori vescicali. Tutti i tumori vescicali che non hanno oltrepassato ala parte opposta del lume della parete vescicali sono idonei per la terapia con questo micobatterio.

Fonte: Istituto Superiore di Sanità ISS

Pubblicato da Giulio Magherini

- Founder del sito web InforẎoou - Studente magistrale di Biotecnologie Mediche e Farmaceutiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: